Come fare un sito Internet

di - 5 dicembre 2009

Oggi fare un sito e’ semplice ed economico. La piattaforma di “personal publishing” WordPress fornisce un ottimo strumento per fare siti professionali, naturalmente ottimizzati per il web e gestibili senza l’aiuto di un webmaster.

Tutto sta nel sapere come cominciare.

1. Aquistare il dominio e installare WordPress

Esempio di cPanel

Esempio di cPanel

  • Per prima cosa dovete scegliere il nome del dominio (es. dillinger.it). Come volete chiamarvi? E’ utile avere nomi brevi e facilmente memorizzabili, perche’ dovrete ripetere la vostra url ogni volta che parlare del vostro sito. Se il sito e’ in italiano scegliete un .it, se e’ in inglese un .com (ci sono molte altre possibilita’, dal .org al .net, che dipendono dalle vostre preferenze).
  • In secondo luogo dovete scegliere il server (la macchina) su cui volete installare il vostro sito. In questa pagina troverete una lista di server gratuiti o molto economici che consentono un’applicazione automatica di WordPress. Ho provato BlueHost.com e la procedura e’ elementare e abbordabile (6 dollari e 95 al mese per 12 mesi – piu’ sono i mesi, meno costa).
  • Comprate il dominio (serve una carta di credito o un conto paypal). La registrazione e’ immediata, e verrete rimandati al cPanel (pannello di controllo) del vostro server.
  • A questo punto dovete installare WordPress. Semplicissimo: cliccate sull’icona WP nella sezione “Softwere and Service”. La procedura e’ automatica. Vi troverete sulla pagina di conferma, in cui compare il link al vostro nuovo sito WordPress (www.nomesito.com) e un secondo link (www.nomesito.com/wp-admin) per entrare nell’interfaccia di WP. Prima di cliccarci, copiate la password alfanumerica che il server vi ha assegnato (vi verra’ anche mandata via mail in qualche minuto).

NB. Per entrare nell’interfaccia di WP bisogna sempre aggiungere /wp-admin alla url del vostro sito.

2. Costruite il vostro sito: primi passi

wordpress

La Bacheca di WordPress

A questo punto avete un dominio (www.nomesito.com), legato a un server (Bluehost nel nostro caso), su cui e’ installata una piattaforma WordPress. Ora dovete costruire il vostro sito. Ecco i primi semplici passi:

  • Modificate la password assegnata con qualcosa che ricordate meglio (un link in rosso vi portera’ alla pagina del profilo personale, da dove e’ possibile farlo). Il nome utente predefinito per il login WP e’ “admin”, cioe’ administration. Vi consiglio di non modificarlo.
  • Una volta nell’interfaccia del vostro sito, a sinistra della schermata, entrate nel menu’ Settaggi > Privacy e, per prima cosa, escludete il vostro sito dai motori di ricerca. Non vogliamo in nessun modo che Google lo indicizzi prima che sia pronto. Sarebbe infatti dannoso, perche’ Google lo vedrebbe’ come un sito fatto male, e non come un sito in progress.
  • Dai Settaggi > Generali date un nome al vostro blog (puo’ essere diverso dalla url ed e’ quello che comparira’ sull’header, cioe’ la parte alta del sito). Potete aggiungere una tagline e tutte le informazioni richieste. Siate sintetici e descrittivi. Le parole chiave che scegliete sono usate da Google per piazzarvi nelle ricerche, quindi e’ molto importante che siano le parole giuste.
  • Su Settaggi > Lettura, scegliete di mostrare nella Front Page una pagina statica. Se invece volete aprire un blog, con gli articoli da aggiornare e i commenti, lasciate i settaggi come sono.

3. Scegliere l’aspetto del sito

temi-wordpress

Esempi di temi WordPress

Qui viene la parte divertente, perche’ WordPress e’ che ha centinaia di diversi temi, cioe’ diverse vesti grafiche, che potete usare gratuitamente. Per scegliere e installare il tema, avete una delle seguenti opzioni:

  • Andate a questa pagina, dove trovate un’ampia scelta di temi WP.
  • Cercate su Google “wordpress themes”, o “best wp themes”… Ce ne sono di tutti i tipi, da quelli adatti per il giornalismo a quelli fotografici.
  • Andate direttamente nell’interfaccia del vostro sito (www.nomesito.com/wp-admin) e cliccare su “Appearance” nel menu a sinistra della schermata. In alto a destra vi comparira’ il link “Install Themes”. Cliccateci. Qui avete la possibilita’ di cercare il tema desiderato per nome o di cercarne uno nuovo a seconda delle caratteristiche (colore, colonne, funzione). Installate e attivate il tema.

Tornate alla home del sito (link “Visualizza sito”) per ammirare il risultato. Se non vi piace il tema ripetete l’operazione. Potrete cambiare tema anche quando il sito sara’ pieno di contenuti.

4. Strutturare il sito creando le pagine

La gestione delle pagine di WodrPress

La gestione delle pagine di WodrPress

A questo punto avrete una serie di contenuti che volete caricare (foto, testi, link) ma che dovete prima organizzare mentalmente.

WordPress struttura i propri contentuti per post, pagine, categorie e tag. Se non volete fare un blog ma un sito statico, l’unica cosa che vi interessa sono le pagine.

  • Decidete quante pagine vi servono e come volete chiamarle. Dall’interfaccia cliccate sul link “Pages” a sinistra della schermata. “Edit” per modificare le vecchie, “Add new” per creare una nuova pagina.
  • Inserite il titolo della pagina, il testo e caricate le immagini desiderate (il comando “upload/insert”). Controllate il risultato cliccando su “Preview Changes” e, quando siete contenti, salvate i cambiamenti.
  • Potete inoltre formattare il testo, assegnandogli delle testate, da T1 alla T5. Le testate sono molto importanti, perche’ Google, per capire chi siete e di cosa parlate, da’ piu’ importanza alle parole a cui e’ stata assegnata una testata (la T1 e’ la piu’ importante). Anche le parole boldate servono ai motori di ricerca per rendervi reperibili.
  • Potete scegliere l’ordine delle pagine dando un valore numerico e decidere se una pagina e’ figlia di un’altra. Potete cosi’ creare una struttura complessa di pagine e sottopagine.
  • Quando avete finito, pubblicate la pagina.

Ogni tema visualizza in modo diverso le pagine e le sottopagine: scegliete quello che lo fa nel modo a voi piu’ congeniale!

5. Andare online

Il vostro sito online su Google

Il vostro sito online su Google

Fino a questo momento il vostro sito e’ sul web (tanto che ci poteteci qualsiasi computer conoscendo la url) ma non e’ indicizzato dai motori di ricerca. Per Google e’ una scatola nera, e quindi nessuno vi potra’ trovare.

Ora che il vostro sito e’ pronto, andate sui “Setting”, nel menu a sinistra dell’interfaccia, e poi sulla “Privacy”, e selezionate la prima opzione: voglio che il mio blog sia visibile ai motori di ricerca.

Benvenuti nel World Wide Web!

Pubblicato da

  1. Chiara Lo Cascio ( 10 dicembre 2009 alle 21:35)

    questo sì che è un vero tutorial :)

  2. complimenti!!!
    non mi era chiaro un passaggio e mentre maditavo una ricerca nel web ho ricordato il titolo di questo post. Utilissimo.

  3. Sul nostro sito abbiamo parlato abbondantemente dei pregi e dei difetti di BlueHost :) vi linko all’articolo, magari può interessare a qualcuno: http://www.appletribu.com/2010/10/02/recensione-bluehost-web-hosting-provider-sotto-la-lente-dei-nostri-tester-ecco-i-risultati/

Lascia un Commento